Un giorno il tuo bambino crescerà e diventerà anche mamma. Nel frattempo copre nel suo passeggino, senza conoscere il ruolo che la natura ha creduto una donna. Per lei in futuro, è stato tutto buono “sulla parte femminile”, dai primi giorni un’attenzione particolare è rivolta alla salute dei suoi genitali.

Nozioni di base delle cure
Prima di tutto, devi sapere come lavare tua figlia. Fallo davanti alla schiena verso il buco anale, in modo da non fare un’infezione nella vagina. Prestare attenzione alla minzione del bambino: se è difficile e dolorosamente (o non c’è uretra), girare dal dottore. Nell’infanzia, le ragazze possono avere sinechias (picchi) di piccoli sessi, il che rende difficile urinare. Questo difetto viene eliminato utilizzando una piccola operazione.

Dovresti anche attenuare e farti passare al medico arrossamento delle labbra sessuali esterne e qualsiasi selezione. La causa di arrossamento della vulva può essere un pannolino o una reazione allergica. In nessun caso non cospargere la vulva con un bambino in polvere (è meglio usarlo per la lavorazione di pieghe inguinali)! Labbra sessuali esterne con crema per bambini – proteggerà l’irritante dell’urina. Se stai usando pannolini, quindi lubrificare la figlia vulva con la crema per bambini, ad esempio, Popolin. Questo impedirà “effetto serra”.

Problemi delle donne
Anche nella ragazza 3-10 anni, i problemi come la vulvet (infiammazione della vulva) e la vulvivaginite (infiammazione della vulva e della vagina) possono sorgere. È facile sospettarli: le ragazze appaiono su mutandine e macchie, testimoniando allo scarico dalla vagina, la figlia si lamenta del dolore quando va in bagno, fa irrompere la sua bruciatura e prurito (lei è su una sedia prurita). Abbastanza spesso, la vulvet nelle ragazze è causata da guanti e vulvovaginite – disbiosi intestinale: quando il batterio è lavato in modo improprio dal buco anale nella vagina. La causa dell’infiammazione può essere un oggetto estraneo che figlia ha portato nel percorso genitale, giocando. Inoltre, anche i bambini innocenti vulvivaginit possono avere una natura infettiva. Tali spiacevoli malattie come Gonorrea e Trichomoniasis sono trasmesse non solo dal sesso, ma anche dalla famiglia, quindi i genitori non hanno alcun caso da usare con una figlia con un asciugamano, insieme fare un bagno.

In ogni caso, notando i sintomi allarmanti, affrettati a contattare il ginecologo dei bambini. Il medico esaminerà il bambino, prenderà i test e prescriverà il trattamento necessario: bagni posti a sedere con erbe inferiori o soluzioni antisettiche, unguento, possibilmente fisioterapia, farmaci omeopatici e, se richiesto – antibiotici.

Primo mensile
Di solito in 11-12 anni ragazze adolescenti iniziano la prima mestruazione. In modo che la figlia non abbia paura, in anticipo (fino a 10 anni), preparalo per questo evento. Dal momento che il corpo del corpo della ragazza colpisce il ciclo, se il suo peso è inferiore a 40 kg, il mensile potrebbe non venire. Pertanto, la spiegazione della figlia è che la passione per la dieta alla sua età è spesso avvolta nei problemi delle donne: un ritardo o un ciclo mestruale ritardato o compromesso, oltre a varie malattie ginecologiche. Le mestruazioni normali durano non più di una settimana, e la sua intensità richiede un cambiamento di non più di 2 – 3 guarnizioni al giorno. Per un anno e mezzo, il ciclo mestruale deve essere stabilito. E se tua figlia ha, dopo questo periodo, ancora periodi irregolari, è necessario consultare un medico. Non dovresti posticipare la cialis 20 mg online visita al ginecologo, se i canti mensili o, al contrario, sono abbondanti, oltre a dolorosi. Il senso di debolezza, mal di testa, malessere durante le mestruazioni richiede anche la vostra attenzione e consultare uno specialista.

Se la figlia è già adulta
Oggi, le ragazze adolescenti iniziano presto la loro vita sessuale in anticipo, e non sempre mamme a riguardo. Cosa subire una figlia da una frase: “Non portare il podolo”, è meglio spiegarla in anticipo perché hai sempre bisogno di usare un preservativo con i contatti sessuali. E in caso di guai (ad esempio, infiammazione), visitare il ginecologo, passare lo striscio e la semina dalla vagina alla flora e alle analisi per infezioni specifiche (fungo di candida, clamidia, mycoplasma, ureaplasma, virus dell’herpes, ecc.).